Permalink

0

Tutto sulla Taurina

Cos’è la taurina

taurinaCon il nome di Taurina oppure acido 2-aminoetanosulfonico NH2 – CH2 – CH2 – SO3, si fa riferimento ad un aminoacido non essenziale ( non essenziale significa che è importante ma non indispensabile perchè il corpo umano è in grado di generarla a partire da altre sostanze, nell’uomo e negli altri mammiferi questo avviene in maniera primaria nel fegato a partire dalla cisteina ) presente in natura nei tessuti dell’uomo e di molti animali, nonché in alcune specie di batteri.

La Taurina è considerata un amino-acido anche se non dispone del gruppo carbossilico ma solamente del gruppo SO3H.

La presenza della taurina è comunque rara nel mondo vegetale, infatti in natura è poco diffusa nelle piante e nella frutta ad esclusione di qualche rara eccezione come il fico d’india che al contrario ne è ricca. Il nome di questo aminoacido deriva dalla parola latina taurus ossia toro dato che in origine la taurina è stata prelevata dalla bile di un toro da due scienziati tedeschi nel lontano 1827. Il nome dei due studiosi ai quali si deve la scoperta e l’isolamento della sostanza nella bile del toro sono Friedrich Tiedemann (fisiologo ed anatomista, nato a Kassel il 23 Agosto 1791 e morto a Monaco di Baviera il 22 Gennaio 1861) e Leopold Gmelin (chimico, nato a Gottinga il 02 Agosto 1788 e deceduto a Heildelberg il 13 Aprile 18539.

La taurina viene sintetizzata dall’organismo umano, ma per soddisfare il reale fabbisogno, spesso bisogna integrarla attraverso l’assunzione di alimenti di origine animale, questo è uno dei motivi per i quali le persone che seguono una dieta vegetariana o vegana, spesso hanno una carenza di questo utile amino-acido e devono ricorrere all’impiego di integratori alimentari.

Nonostante la taurina sia presente in numerose bevande energizzanti il fornire energia ad un organismo non è tra le sue caratteristiche principali, anche se alcuni studi hanno evidenziato le sue proprietà antiossidanti ed in particolare l’effetto di combattere e di favorire l’eliminazione delle sostanze ossidanti derivanti in seguito allo svolgimento di attività sportive e fisiche. La taurina vanta tra le sue caratteristiche la proprietà di aiutare nello stabilizzare la temperatura corporea e favorire la concentrazione. Al contrario di quanto comunemente si pensa la taurina ha una funzione rilassante, in quanto aiuta ad inibire i neuroni eccitatori del cervello, favorendo la gestione dell’ansia e riducendo lo stress.

Il suo impiego nella preparazione delle bevande energetiche in commercio, avviene quasi sempre insieme ad altre sostanze stimolanti come la caffeina ed i suoi effetti positivi nell’esercizio dell’attività fisica derivano dal fatto che aiuta a regolare lo scompenso cardiaco, migliorando la concentrazione, favorendo la termoregolazione e di conseguenza portando ad una riduzione degli effetti della fatica, favorendo quindi il miglioramento delle prestazioni fisiche.

INDICE

Taurina effetti e funzioni sull’organismo

Gli effetti della taurina secondo diversi studi sul corpo umano sono numerosi e spaziano da funzioni di anti-invecchiamento e di bellezza soprattutto in favore del cuoio capelluto, a quelle cardiovascolari, anche se sembra che il suo effetto vari da soggetto ad soggetto anche in base al proprio stile di vita, all’ambiente in cui si vive ed alla dieta alla quale ogni individuo si sottopone.

Nonostante la Taurina sia in commercio da diversi anni soprattutto come alimento base alla preparazione degli energy drink, gli studiosi si stanno ancora interrogando su quale sia il suo scopo specifico all’interno dell’organismo umano. Diversi ricerche su questo versatile amino-acido sono attualmente interesse di scienziati e studiosi di tutto il mondo.

taurina effetto antiossidanteEffetti antiossidanti: Numerosi test dimostrano l’efficacia della taurina nel combattere l’effetto dei radicali liberi causa dell’invecchiamento. Funziona inoltre come un potente vaso-dilatatore grazie alla possibilità di sintetizzare l’ossido nitrico.

La taurina combatte la produzione da parte dell’organismo dell’ossido nitroso, uno dei principali responsabili dei danni cellulari.

I benefici dell’assunzione di adeguate quantità di taurina nel corpo umano si possono notare soprattutto nei benefici per la pelle, grazie agli effetti benefici sulle cellule che la compongono, in particolare melanociti e cheratinociti.

Molto importante e molto apprezzata è la funzione anti-caduta sul capello, grazie alla possibilità di accumularsi sul bulbo, rendendolo molto più resistente e sano, impedendo di conseguenza la possibilità di caduta.

Una ricerca recente su alcuni ratti da laboratorio ha dimostrato come l’assunzione di taurina riesca a far calare la presenza di MDA nell’organismo, questo significa che la taurina potrebbe essere impiegata con successo per prevenire i danni del fumo e dell’assunzione di nicotina in favore del corretto funzionamento della vescica e dei reni.

Sembra che l’assunzione di taurina sia inoltre utile nel prevenire i danni derivanti dall’assunzione di etanolo, sostanza capace di rilasciare radicali liberi durante il suo metabolismo nell’organismo, facilitando la regolarizzazione dei corretti livelli degli antiossidanti.

taurina effetti sistema nervosoEffetti sul sistema nervoso: Alcuni studi clinici hanno dimostrato la proprietà della taurina come calmante, grazie alla possibilità di inibire temporaneamente il lavoro dei neuroni eccitatori del cervello.

La taurina viene impiegata in medicina nelle terapie per la cura dell’epilessia, essendo dimostrata la sua utilità come un potente neurotrasmettitore inibitore, infatti dopo una crisi epilettica si denota un notevole abbassamento del livello della taurina nell’organismo umano e gli studiosi credono che l’insorgenza di tali crisi avvenga generalmente quando il livello della taurina cala sotto la norma. Sembra comunque che la somministrazione abbia effetti positivi anche nella cura della depressione e del pessimismo.

In dosi minori la taurina può anche essere impiegata come calmante per favorire il sonno in persone affette da insonnia e stress.

taurina effetti sistema cardiovascolareEffetti sul sistema cardio-vascolare: Tra gli effetti positivi della taurina nel corpo umano vi è la riduzione della pressione sanguigna, contrastando la formazione del colesterolo e dei trigliceridi ed impedendo quindi l’intasamento delle arterie dovuto all’accumulo di grasso, diminuendo di conseguenza la possibilità di infarto e di altre malattie cardio vascolari.

Alcune prove dimostrano che la taurina aiuta al miglioramento della contrattilità del muscolo cardiaco, grazie alla possibilità di aumentare l’apporto sanguigno al miocardio.

Grazie agli effetti della taurina sull’apparato vascolare, l’aminoacido può anche essere impiegato nella cura dell’infertilità maschile, del diabete e del morbo di Alzheimer.

Effetti dimagranti della taurina: Studi recenti effettuati sui ratti ai quali erano stati somministrati integratori a base di taurina, hanno impedito di diventare sovrappeso nonostante l’apporto di una dieta scompensata e ricca di alimenti grassi.

La taurina produce infatti benefici contro la fatica, stimolando il metabolismo e riducendo la sensazione di fatica; notevoli sono anche i benefici dovuti al miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti, grazie alla possibilità di bruciare più velocemente gli acidi grassi.

taurina effetti sistema immunitarioEffetti sul sistema immunitario: L’assunzione di taurina sembra avere benefici anche sul sistema immunitario se assunta a dosi consigliate e quindi senza esagerare, infatti stimola l’azione dei macrofagi, cioè delle cellule che hanno lo scopo di stimolare le difese immunitarie del corpo umano e quindi di combattere le possibili infezioni in maniera più rapida e decisiva.

Effetto detossificante: Migliora la solubilità di alcune sostanze e quindi ne favorisce l’ esplulsione tramite le funzioni renali, infatti reagisce con i carbossiacidi delle tossine formando alcuni legami amicidi.

taurina effettiEffetti protettivi: Secondo studi scientifici di laboratorio, la taurina oltre le sopracitate caratteristiche antiossidanti e di stabilizzazione della membrana cellulare, dispone di eccellenti caratteristiche preventive dei potenziali danni collaterali derivanti dall’assunzione dei farmaci.

In particolare esperimenti eseguiti su diversi campioni di ratti, hanno evidenziato la facoltà della taurina di proteggere la mucosa gastrica in seguito all’uso di farmaci contro l’osteoporosi ed in particolare il bisfosfonato.

Esperimenti hanno denotato la potenzialità della taurina anche nella stabilizzazione di ulcerazione tissutale, in seguito alla somministrazione in laboratorio di alendronato ai topi in ragione di 20 mg. per kg. probabilmente dovute alla funzione antiossidante e protettiva.

Ulteriori studi hanno dimostrato l’efficacia della taurina contro i danni renali in seguito alla somministrazione della gentamicina, altri effetti importanti sono quelli contro gli effetti collaterali in seguito all’assunzione di farmaci immunosoppressori oppure chemioterapici.

Effetti in presenza del diabete: Sembra dimostrata la capacità della taurina di prevenire i radicali liberi anche in presenza di soggetti che soffrono di diabete, anche se in misura minore che non in individui sani. In particolare la sostanza sembra denotare particolari caratteristiche benefiche nella prevenzione della precataratta, nel contrastare il deficit neurologico e lo stress ossidativo.

Taurina alimenti

taurina alimentiGli alimenti in cui vi è la maggior concentrazione di questo prezioso amino acido come già accennato precedentemente appartengono quasi tutti al mondo animale, essendo la Taurina poco presente nel mondo vegetale.

L’eccezione che conferma la regola per quanto attiene al mondo vegetale è data dal fico d’india , che ne contiene discrete quantità.

I legumi invece contengono alcuni amino acidi precursori ( vuol dire che il corpo li sintetizza per favorire la produzione di taurina ) come la metionina e la cisteina.

E’ interessante sapere che i neonati non sono in grado di sintetizzare autonomamente la taurina, ma riescono a soddisfare il proprio fabbisogno, tramite l’assunzione del latte materno che ne contiene una grande quantità.

Dovete sapere che il latte che più assomiglia a quello materno è quello di asina, seguito da quello di capra; proprio il latte di capra fornisce un elevato apporto di taurina, e può rappresentare un notevole aiuto nello sviluppo fisico e cerebrale dei bambini, al contrario del latte bovino ne risulta praticamente privo.

Nella preparazione del latte formulato ( sia di inizio che di proseguimento ), la taurina rappresenta un ingrediente facoltativo che può essere impiegato secondo le linee guida nella misura massima di 12 mg/100Kcal. Non esiste un livello minimo di impiego di questo amino acido proprio per voler sottolineare che il suo utilizzo nella preparazione è puramente facoltativo, così come previsto dalla direttiva 2006/141CE in vigore dal 01 Gennaio 2010.

Negli alimenti la Taurina derivando per la maggior parte dalle proteine animali è presente in buone quantità nel pesce, nelle uova e nel latte ( e suoi derivati ). Discrete quantità se ne possono anche ottenere dal consumo di carne.

Nonostante anche dal solo consumo di una bistecca si possa ottenere una quantità sufficiente di taurina per il nostro organismo, se ne consiglia l’integrazione soprattutto per gli sportivi in quanto l’elevata attività fisica depaupera i muscoli di questa preziosa sostanza che viene espulsa dall’organismo tramite l’urina e la sudorazione.

Anche i vegetariani dovrebbero ricorrere all’integrazione della propria dieta con l’ausilio della taurina in quanto il loro regime alimentare gli impedisce di rifornire l’organismo di questa preziosa sostanza.

Taurina integratori

taurina integratoriIl fabbisogno di Taurina per il corpo umano varia da un minimo di 2 grammi giornalieri fino ad un massimo di circa 8 grammi che viene introdotta nell’organismo combinata con altre sostanze come ad esempio vitamine, magnesio e calcio in diverse dosi giornaliere. Nel caso di alcuni integratori specifici può essere assunta in dosi variabili a seconda della funzione specifica da 1 a 3 grammi circa mezz’ora prima dello svolgimento di una intensa attività fisica oppure prima di sdraiarsi per favorire il sonno.

Il consumo di integratori alimentari di qualunque genere comporta sempre un uso responsabile ed attento, in nessun caso gli integratori possono sostituire un’alimentazione varia e bilanciata ed uno stile di vita sano. E’ sempre consigliata la prescrizione e la somministrazione di un integratore alimentare dietro prescrizione medica, che soprattutto in alcuni casi specifici come in stato di gravidanza, di allattamento o nel caso di presenza di patologie o malattie oppure nel caso di interazione della taurina con altri farmaci in uso.

E’ inoltre buona norma consultare il foglietto illustrativo e l’etichetta dell’integratore per verificare le dosi, la posologia consigliata, le eventuali controindicazioni ed ogni altra informazione utile per un uso responsabile.

Sconsigliamo fermamente un uso fai da te irresponsabile degli integratori, il cui impiego per poter far fronte ad una eventuale carenza alimentare oppure ad un aumento del fabbisogno in seguito ad un mutato stile di vita, spetta sempre ad esperti nel campo nutrizionale umano.

In commercio la taurina viene distribuita sotto diverse forme tra le quali possiamo trovare:

  • I cosiddetti integratori puri sotto forma di bustine, polveri o gocce, questi sono tra gli integratori più forti, quelli che di solito vengono somministrati ai soggetti dietro prescrizione medica nel caso si evidenzi un calo di taurina nell’organismo a causa di una dieta povera o sbilanciata come ad esempio nel caso dei vegetariani oppure dei vegani. Esistono in commercio alcuni integratori che promettono un aumento delle prestazioni sessuali maschili, ma attualmente non esistono test scientifici che ne dimostrino l’effettiva efficacia.
  • Gli integratori misti di taurina, che vengono preparati in abbinamento con altre sostanze tra le quali le più comuni sono vitamine, sali minerali, calcio, magnesio ecc. Le forme più diffuse di questi integratori sono bustine, compresse, polveri e barrette alimentari. Un posto importante in questa categoria viene ricoperto dagli energy drink, che si reperiscono facilmente in commercio sotto forma liquida ( quasi sempre dentro alle lattine ). Le bevande energetiche annoverano la presenza di altre sostanze eccitanti ed energizzanti come la caffeina ed il guaranà mischiate in abbinamento con la taurina e visto che come affermato precedentemente, attualmente non esistono studi che attestino che la taurina abbia un effetto eccitante sull’organismo, l’effetto stimolante di queste bibite sembra proprio da attribuirsi alle altre sostanze presenti nella preparazione di queste bibite.Secondo una ricerca condotta su 197 bibite energetiche da gruppo di specialisti inglesi, raggruppati sotto la sigla “Action on sugar” gli energy drink contengono circa 10 cucchiaini di zucchero per 250 ml. di prodotto.Per quanto riguarda invece la presenza di caffeina secondo uno studio condotto da altroconsumo su 12 bevande energetiche presenti in commercio in Italia nel formato classico cioè nella lattina da 250 ml. di prodotto vi è l’equivalente di un caffè espresso ( circa 80 mg di caffeina ). La dose giornaliera di caffeina per un individuo adulto in buono stato di salute è pari a 400 mg, ma che cala drasticamente a 100 mg. per un adolescente.
  • In vendita si possono inoltre reperire integratori specifici per la dieta o per la bellezza a base di taurina, grazie al suo effetto di ossigenazione dei tessuti ed alla sua possibilità di bruciare i grassi in maniera più rapida, nonché alla sua attività di lotta ai radicali liberi.
  • Questi integratori si trovano quasi sempre sotto forma di polveri e pastiglie e vengono preparati con l’impiego di altre sostanze, anche in questo caso si consiglia un uso moderato e responsabile.
  • Dai dati si può notare che l’uso esagerato di queste bevande, comporta un superamento dei limiti del fabbisogno energetico di zuccheri e caffeina e soprattutto nel caso di consumo da parte di un’utenza adolescenziale, si può andare incontro a vari problemi per la salute.
  • 10 cucchiaini di zucchero equivalgono a circa 39 grammi, che supera il fabbisogno energetico giornaliero consigliato per un adulto di questa sostanza pari a 25 grammi giornalieri.
  • Va sottolineato che nonostante in commercio sia molto facile reperire questi integratori e che soprattutto nel caso delle bevande energetiche vengono massicciamente pubblicizzati, non bisogna esagerare con il consumo perchè nella loro preparazione vi è una notevole concentrazione di zucchero ed altre sostanze.

Curiosità sulla taurina

Ci sono diverse leggende metropolitane che circolano sulle bevande energetiche e sui loro ingredienti, in particolare sulla taurina, una di quelle più diffuse è che la taurina sia sperma di toro, urina od altre sostanze non propriamente appetitose. Se eseguiamo una ricerca su facebook, possiamo trovare alcuni gruppi che contribuiscono alla diffusione di queste notizie sul web.

Ricordiamo che la taurina è stata sintetizzata dalla bile di un toro e non dai suoi testicoli, anche se nella sezione faq. dei principali siti produttori di bevande energetiche che contengono taurina si evidenzia che sono create in laboratori farmaceutici e senza impiegare componenti animali.

Ciò nonostante tutte queste rassicurazioni non funzionano e le leggende continuano ad imperversare in rete e per via orale da circa una decina di anni. Le altre dicerie sulla taurina riguardano i suoi presunti effetti afrodisiaci che non trovano riscontro nella realtà anche se la taurina lo ricordiamo vanta tra le sue proprietà il miglioramento della circolazione.

Altra diceria è che la taurina abbia effetti tossici sui bambini, mentre sappiamo che i neonati non sono in grado di sintetizzare da soli la taurina, ma la assumono tramite il latte materno che ne è ricco, se così fosse, una mamma che allatta il suo piccolo lo starebbe intossicando.